Rabat : due passi tra il mercato centrale e la vecchia Medina.

Scoprire una città inaspettatamente. Quando sei in viaggio cosa c’è di più piacevole di trovarti, nel giro più o meno pensato, in un posto non previsto, per di più anche bello? Così è stato per Rabat, viva capitale marocchina. Lo scorso Giugno, partiti per Fes e intenzionati a vederne i dintorni, ci siamo infatti trovati ‘a sorpresa’ on the road, grazie ai nostri amici che abitavano in Marocco e con cui abbiamo fatto un bellissimo giro attraversando l’entroterra marocchino verso il mare di Asilah (di cui vi racconterò presto perche è davvero un gioiellino) e scendendo poi lungo la costa verso Rabat. Praticamente quattro giorni di sole, di bella compagnia, di cibo buono e tè dolce alla menta. Questo sotto nella foto, è stato il primo di tanti.

Rabat

Rabat ci ha accolto in un caldo pomeriggio direttamente nel mercato centrale, coloratissimo e affollato, un incrocio di viuzze strette, tutte uguali ma tutte diverse, piene di banchi e negozietti dove gli occhi possono perdersi tra i colori (almeno i miei lo fanno sempre) mentre l’olfatto registra odori di spezie e d’incenso.

Mercato Rabat

Il venditore ambulante di acqua fresca. Mercato Centrale di Rabat.

Il venditore ambulante di acqua fresca. Mercato Centrale di Rabat.

mercato Rabat

Avrei comprato piatti, teiere, sciarpe, specchi, tavolini marocchini, ma viaggiando in aereo col bagaglio a mano sono potuta tornare solo con un po’ (!!!) di quelle ciotoline colorate che adoro tanto, l’ immancabile tè marocchino e qualche spezia.

Fuori dal mercato centrale, Rabat e’ una città moderna, a tratti occidentale, fatta di strade trafficate, viali con palme altissime, edifici circondati da giardini rigogliosi, spiagge affollatissime (forse troppo!).  Ma in questa Rabat dinamica c’è ancora un angolino speciale, a picco sul mare, dove puoi entrare e sentirti in un posto diverso, disegnato poco prima del tuo arrivo, fatto di segreti: la vecchia Medina. Piccole stradine in salita e in discesa, fatte di scalini e di curve, di portoni blu e di muri bianchi, di bambini che giocano a pallone per strada, di gatti che si godono il sole sui muretti.

Medina Rabat

medina Rabatmedina Rabat

DSC_1431medina RABAT

Non so voi, ma io lì nel mezzo, sarei entrata in ogni porta. Invece, nella realtà, è successo che siamo andati a bere un altro tè e a farci due chiacchere sulla terrazza panoramica vista mare che vi lascio immaginare…

Questo post è dedicato ai nostri amici I. e A. e alla loro “seconda casa”. Grazie.

Annunci

10 pensieri su “Rabat : due passi tra il mercato centrale e la vecchia Medina.

  1. Una meravigliosa descrizione e delle foto che rendono veramente l’idea di quell’affascinante paese chiamato Marocco. Un grazie speciale a Te Cri… davvero!

  2. Pingback: Asilah: sole, bianco e blu di mare. | IN OGNI VIAGGIO

  3. Pingback: Asilah: sole, bianco e blu di mare. - In ogni viaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...