Asilah: sole, bianco e blu di mare.

Nei pochi giorni che ho trascorso in Marocco l’anno scorso – e di cui vi ho raccontato già un po’ qui – ho avuto modo di esplorare anche il tratto centro-settentrionale della costa oceanica. Fermata principale: Asilah, cittadina di mare di origini portoghesi poco più a sud di Tangeri, che ho raggiunto da Fez dopo qualche ora di macchina nell’entroterra. Finestrini aperti, vento, chiacchere fra amici, risate, sole, caldo, ancora vento. E paesaggi. Se c’è una cosa bella quando viaggi in macchina è che mentre percorri i chilometri attraversi posti che riflettono la vera faccia di un paese mostrandosi ai tuoi occhi così come sono.

 

Marocco

 

Marocco Inogniviaggio

 

Marocco InOgniViaggio

Arrivati ad Asilah, la prima cosa che ho visto è stato l’oceano, luccicante ed immenso. Abbiamo fatto una sosta di qualche ora sulla lunga spiaggia che dal paese si estende verso nord e che, a parte poche anime e qualche cammello, era tutta per noi. Adoro le spiagge così: libere, ampie, poco frequentate, dove puoi sentirti da solo insieme al mare e raccontargli liberamente quello che ti va. Ho pochissime fotografie perchè il vento faceva volare sabbia ovunque; ho protetto la mia Nikon ma i miei occhi non ce l’hanno fatta: il giorno dopo mi sono svegliata con una congiuntivite storica 🙂 

 

marocco In Ogni Viaggio

Asilah, in quella calda giornata di Giugno, mi è apparsa una cittadina tranquilla, un gioiellino dipinto sul mare: le strade della Medina erano solitarie e silenziose ma al tempo stesso vissute, con tracce di passaggi e di colori pastello.

 

asilah

 

Asilah

 

Asilah

 

Asilah In Ogni Viaggio

Nella piazza principale solo il rumore delle voci dei bambini che giocano con un aquilone. E poi, lungo il bastione in pietra bianchissima, quello del mare.

 

Asilah

 

In Ogni Viaggio Asilah

 

Asilah

So però che in Agosto la situazione cambia molto e Asilah, nata come porto di pescatori, attrae visitatori e artisti provenienti dal Marocco e da altre parti del mondo per l’ International Cultural Festival (maggiori informazioni qui .)

I vicoli si sono animati entrando nel mercato che si estende tra la Medina e le strade adiacenti e dove abbiamo fatto scorta di noccioline e semini tostati  vari per il nostro aperitivo serale. 🙂

asilah

Con il sacchettino di noccioline di vario tipo siamo andati al nostro Bed&BreakfastCristina’s house  – dove ci siamo rilassati un po’ nella terrazza sul tetto per il nostro aperitivo prima di cena. Se siete di passaggio ad Asilah questo posto potrebbe essere una buona soluzione per pernottare: gestito da una signora svedese trasferitasi in Marocco, è semplice, curato e piuttosto economico; si trova molto vicino al centro del paese, la colazione è buona e la terrazza è il tocco in più!
Ultimo bel ricordo e suggerimento che vi lascio: regalatevi una cena di pesce a Casa Pepe, ristorante di uno spagnolo proprio sotto la porta della Medina, di fronte al lungo mare…ottima mangiata in un ristorante non a caso molto frequentato…vi converrà prenotare  😉

 

Annunci

12 pensieri su “Asilah: sole, bianco e blu di mare.

    • Vero! devo dire che io l ho scoperto un po’ tardi..non lo conosco bene e non sono molto affascinata dalla cultura locale ma i colori di questo paese sono talmente belli che mi attira tornarci. Vorrei vedere Marrakesch e Casablanca..e un po’ di deserto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...