Bukit: dove Bali ti fa sentire giovane.

Bali è molto frequentata in tutti i periodi dell’anno e da tutte le parti del mondo. Eppure, in pieno Agosto, siamo riusciti a passare giorni in pieno relax e totale spensieratezza anche in uno dei luoghi maggiormente battuti dal turismo negli ultimi anni: la penisola di Bukit. Zona di surfisti e di anime libere, le spiagge in questa parte a sud ovest di Bali sono più semplici e spartane rispetto a quelle affollate e commerciali tra Kuta e Seminyak dove ho preferito godermi la buona cucina (vi darò suggerimenti, promesso!) e gli acquisti di fine viaggio.

 

penisola di Bukit

In questa penisola le spiagge sono più o meno come madre natura le ha fatte, a parte i warung di legno dove si mangiano crepes strepitose la mattina e si fanno aperitivi comprensivi di tramonti indimenticabili la sera. E può succedere che, girellando in motorino col costume e le infradito, ci si abitui benissimo a usi e costumi dei surfisti anche se non ‘serfi’ e passi il tuo tempo tra una spiaggetta ed un’altra, percorrendo salite e discese in mezzo al verde e a fianco all’oceano, col vento addosso, lo zainetto sulle spalle, gli occhiali coloratissimi comprati a due euro, i caschi a padellina.. ti godi il momento, torni indietro di dieci anni e ti senti realmente spensierato, come quando ne avevi venti.

balangan beach

In quei giorni abbiamo alloggiato al Merta Sari Bungalows che, nella sua semplicità, è stata una delle scelte più azzeccate di tutto il viaggio. Se siete intenzionati a pernottare nella zona e non cercate il lusso ve lo consiglio: i bungalow, semplici e puliti, sono circondati da un giardino meraviglioso e adesso dovrebbe essere terminata anche la piscina che era in costruzione. Inizialmente ci sembrava un po’ isolato e lontano dalla strada principale ma dopo aver scoperto che era a cinque minuti a piedi da Balangan Beach e che disponeva del noleggio motorino (circa 3 euro al giorno) è entrato definitivamente nel nostro cuore.

 

merta sari bungalows

Le strade nei dintorni sono tutte asfaltate e il traffico appare un poco più tranquillo rispetto alle aree più a nord;  esplorare la zona è stato più facile del previsto. Intorno per la sera c’è poco e niente ma in compenso col taxi (perché col motorino di notte è un po’ troppo lontano) potete andare a mangiare il pesce sulla spiaggia di Jimbaran (alcuni ristoranti offrono gratuitamente anche il servizio taxi andata e ritorno dal vostro alloggio). Prendete carta e penna e segnatevi questa cosa che è da fare assolutamente: l’atmosfera che troverete, il pesce buonissimo e la particolarità del posto non possono mancare nel vostro viaggio a Bali. 

Ma veniamo alle spiagge, quelle che mi sono piaciute di più:

Balangan Beach: la più bella. Grande, pulita, sormontata da campi da golf, frequentata da surfisti e animata da warung costruiti su palafitte dove vi consiglio di andare a fare colazione quando ancora la spiaggia è semi deserta e avete il mare davanti tutto per voi. Io l’ho amata anche al tramonto e non c’è bisogno che vi dica perché, credo.

 

 

balangan beach

balangan beach bali

balangan beach

Ulu Watu Beach: più che una spiaggia è un posto fatto di caffè e negozietti costruiti sulla scogliera. Si arriva percorrendo una lunga scalinata ma ne vale la pena: dalle terrazze ci si gode un bel panorama e potrete facilmente ammirare da lontano surfisti cavalcare onde oceaniche.

 

ulu watu

 

ulu watu beach

 

ulu watu beach

Ne ho viste altre, voi ne scoprirete altre ancora, ognuno troverà la sua preferita, il proprio posto perfetto per godersi un tramonto, interpretare le forme delle nuvole, leggere un libro o semplicemente prendere il sole. In ogni modo scommetto che vi sentirete bene, sollevati dal tempo e, come me, forse penserete Magic Bali.

 

balangan beach bali

Annunci

7 pensieri su “Bukit: dove Bali ti fa sentire giovane.

  1. Leggere queste cose dall’ufficio fa male alla salute!!!
    “Ciao Sono Elisa e voglio andare a Bali” oggi lo ripeterò all’infinito 🙂

  2. Voglio sentirmi giovane adesso 😦 Non so se il tuo post mi ha fatto più bene o male! In ogni caso mi hai regalato un bel momento di evasione 🙂

    • ahah..già! anche io riguardando le fotografie mi sento catapultata là in 5 minuti. Io sono della filosofia “Carpe Diem” quindi, nel dubbio, mi ci lascio trasportare … 😉

  3. Pingback: Bali: tre locali da non perdere a Seminyak. | IN OGNI VIAGGIO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...