Un altro Vietnam

Perché quest’anno il Vietnam ve lo avevo già spiegato qui perciò adesso provo a spiegarvi perché questo viaggio, complessivamente, è stato proprio un bel viaggio, perché questo paese mi ha sorpresa, perché ogni volta che ci ripenso vorrei solo abbracciarlo stretto per ricambiarlo della sua accoglienza. Da quando sono tornata continuo a pensarci molto, continuo a pensare a quanto è stato bello esserci ed aver avuto la possibilità di conoscere il Vietnam da vicino per quello che è realmente, oltre quella guerra a cui ancora oggi è legata l’immagine occidentale di questo paese (mi verrebbe da dire italiana dopo aver conosciuto un sacco di stranieri di ogni età in giro come noi) .
Il Vietnam è altro, per fortuna. Porta segni e ferite ma il Vietnam non è la guerra del Vietnam, è un paese con una storia politica e sociale complessa e travagliata, ma che ha un carattere forte, un popolo meraviglioso e posti che ti sorprendono anche se li hai già guardati e riguardati su internet studiandoti l’itinerario del viaggio.

 

inogniviaggio vietnam

Nessuna immagine ti può far capire realmente la bellezza della Baia di Ha Long, anche se il fatto che è una delle sette meraviglie del mondo dovrebbe aiutare ad immaginare qualcosa di spettacolare. Ha Long ti toglie il fiato, ti fa sentire piccola, piccola circondata da uno scenario immenso e straordinariamente surreale.

 

inogniviaggio ha long bay

E così vale per le montagne di Sapa, immense e verdissime di cui vi ho già raccontato e per Ho Chi Min City, con i suoi contrasti tra il vecchio e il nuovo, che a tratti mi ha ricordato Singapore per i suoi giardini curati e puliti in mezzo a grattacieli altissimi e dove mi sono innamorata di alcuni ristoranti (ricordatemi, se mai mi dovesse sfuggire, che devo darvi delle dritte!).

E poi mi sono innamorata di loro, i vietnamiti, che sono un popolo davvero speciale. E’ successo subito, come accade nel più classico colpo di fulmine ma la loro ospitalità, la loro gentilezza, la loro attenzione nel prendersi cura di te mi hanno colpito fin dal primo giorno quando siamo arrivati ad Hanoi. Quante volte sono rimasta sorpresa per le loro piccole attenzioni…Questo è il bigliettino che accompagnava un regalino che ci hanno dato quando abbiamo lasciato l’Hanoi Focus Hotel..ve lo faccio vedere così per darvi un’idea di quanto a volte sono dolcini e premurosi 🙂

 

inogniviaggio vietnam

I vietnamiti sono anche simpatici, scherzano e sorridono, sorridono molto. A me piacerebbe stare in una società più sorridente perciò li adoro anche per questo, perché si scambiano positività, trasmettono tranquillità e riescono ad essere sereni anche se spesso hanno proprio poco.

 

InOgniViaggio

 

in ogni viaggio hanoi

Una cosa stupenda che ho visto fare ad Hanoi alle 5.30 del mattino è una sorta di Tai Chi in gruppo abbinato alla risata. Io almeno l’ho interpretato così e l’ho ribattezzata la terapia della risata contagiosa perché si muovono a tempo e poi ridono tutti insieme, rendono l’anima serena e liberano buon umore. Il tutto a partecipazione libera e gratuita. Li trovo semplicemente geniali. Loro mi sa proprio che lo sanno cosa significa l’importanza di mantenere un equilibrio tra mente e corpo. Qui sotto vi metto una foto. Mi dispiace non aver fatto il video ma giuro che sono rimasta incantata e ovviamente ho iniziato a ridere anche io 🙂 .

 

in ogni viaggio Hanoi

E poi il Vietnam cos’è stato?! E’ stato sapori e colori.

 

vietnam InOgniViaggio

 

vietnam inogniviaggio

La cucina vietnamita è molto varia e cambia passando dal nord a sud. Non è tutto riso solo perché “là si mangia con le bacchettine, vero?” e perchè il Vietnam ne è il secondo paese esportatore al mondo. Noooo. La cucina vietnamita risente anche delle passate influenze coloniali ed è talmente varia che spesso i menù che ti portano ai ristoranti sono davvero lunghissimi. Io ho amato particolarmente il Cau Lau (una zuppa di noodles, maiale e verdure), il maiale cotto nel latte di cocco, cannella e ginger, gli spring rolls, i noodles in tutte le loro varianti, (soprattutto quelli bianchi e spessi), le zuppe piccantissime con tanto peperoncino e la baguette, leggera e fragrante, che, se posso permettermi di dire da mezza francofona per passioni di famiglia, spesso supera quella francese. E ho bevuto di gusto litri di caffè, nero, forte e aromatizzato: ho ancora l’odore nel naso e il gusto in bocca…stra-buono.

 

caffe vietnamita InOgniViaggio

Vietnamise food In Ogni Viaggio

Personalmente sarei rimasta in Vietnam solo per continuare ad assaggiare tutto quello che non sono riuscita a mangiare in due settimane. Comunque se sui sapori possiamo discutere, perché accetto che i gusti son gusti e le intolleranze alimentari sono intolleranze alimentari, sui colori del cibo no, non possono esserci dubbi o pareri discordanti: i mercati vietnamiti sono uno spettacolo di colori. Si vedono cesti di frutta e di verdura di ogni dimensione, disposta con una certa cura (o forse a caso ma il risultato è bello e geometrico comunque), di colori che sconvolgono gli occhi, di cibi curiosi che non riesci a non assaggiare, di erbette ed insalate di mille verdi, di radici sconosciute, di pesce ancora vivo o essiccato, sacchi strabordanti di riso di ogni tipo, carne a pezzi e polli appesi. E poi queste donnine di un’età indefinibile, con il loro cappellino a cono, in pigiama o in abiti locali, sedute per terra, in bici o con un banco improvvisato, con le rughe e coi sorrisi sul viso.. comprano, vendono, contrattano, tagliano, cucinano… Io me le ricorderò per sempre.

 

Vietnam InOgniViaggio

 

Vietnam - InOgniViaggio

Market Vietnam InOgniViaggio
Uh quante emozioni a ripensarci… quanto è stato coinvolgente questo Vietnam, lasciarlo mi è dispiaciuto davvero tanto, se avessi potuto abbracciarlo fisicamente l’avrei fatto tenendolo stretto, stretto come si fa quando saluti una persona cara che ormai è parte di te, a prescindere dalle distanze.

Non potevo fare altro che ringraziarlo così ❤ .

 

InOgniViaggio

 

Post scrittum:
1) Se state pensando di andare in Vietnam pazientate ancora un po’ perchè fra poco vi darò i dettagli logistici delle mie due settimane di viaggio in un altro post così magari avete qualche spunto.
2) Se siete appassionati di food e vi incuriosiscono i sapori del Vietnam vi segnalo il primo blog di cucina vietnamita in italiano che il mio amico Minh mi ha segnalato… #gioie!

Annunci

24 pensieri su “Un altro Vietnam

    • Grazie Ambra. A volte si ha la sensazione di non riuscire a spiegare abbastanza e concordo con te che una fotografia racconta tanto di più di una frase. Almeno per quello che mi riesce fare..

  1. Post che ho letto tutto d’un fiato, colori, sapori e sorrisi che mi hanno riportato in Asia, facendomi ripensare a quei popoli sicuramente più poveri di noi, che non hanno molto, ma che sorridono alla vita, che ci accolgono e ci aiutano. Ma alcuni viaggiatori lasciano le esperienze in aeroporto, e quando qualcuno (magari proprio asiatico) chiede aiuto girano le spalle.

    • grazie Chris. è incredibile la ricchezza che trasmettono con i loro sorrisici e la loro accoglienza, ogni viaggio in Asia è un insegnamento.. chi lo comprende e lo fa suo le spalle non le gira.
      a presto!

  2. Ciao Cristina,
    Che meravigliosa scoperta il tuo blog!
    Mi sono subito immersa nei mercati di Ho chi min, tra le montagne di Sapa.
    Aspetto curiosa i dettagli del tuo viaggio.

    Danila.

    • grazie Danila 🙂 ben arrivata su In Ogni Viaggio! ho talmente tante cose che voglio raccontare che non so da che parte iniziare, credimi! però prestissimo un altro post sul Vietnam! a presto e grazie di esserti fermata qui.

  3. Ho letto i tuoi due post sul Vietnam. Mi volevo ritagliare un attimo di tranquillità per godermeli. Hai fatto delle foto meravigliose! Ciò che amo di questo popolo è la loro attitudine: sorridono e sanno trasmettere positività. Hai descritto molto bene la loro bellezza.
    Brava Cri :*

  4. Pingback: Chi sono i vietnamiti? | IN OGNI VIAGGIO

  5. Pingback: Ho Chi Minh City oltre lo street food. | IN OGNI VIAGGIO

  6. Pingback: Hoi An: sei motivi per visitarla. | IN OGNI VIAGGIO

  7. Pingback: Hoi An: sei motivi per visitarla. - In ogni viaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...